Pastificio Piano Luppino avvia la produzione di pasta con grano del nuovo raccolto 2020 100% Calabrese.

Piano Luppino, pasta... solo per amore

Pastificio Piano Luppino avvia la produzione di pasta con grano del nuovo raccolto 2020 100% Calabrese.

10 Agosto 2020 Uncategorized 0

E’ iniziata oggi la produzione di Pasta Piano Luppino realizzata con grano varietà “Opera” 100% Calabrese coltivato a Cutro (KR) e macinato con mulino a pietra a Pianopoli (CZ).

La produzione è iniziata con 2 formati: Rigatoni e Mezze Maniche trafilate al bronzo, estrusi a bassa pressione ed essiccati lentamente a bassa temperatura. L’essiccazione avrà una durata di circa 24 ore mentre la produzione dell’intero lotto impiegherà circa 36 ore prima che Pasta Piano Luppino 100% Opera Calabrese sia disponibile in scaffale.

Ogni anno Pastificio Piano Luppino realizza una serie limitata di Pasta prodotta con grano varietà “Opera” di filiera 100% calabrese macinato a pietra; Secondo Pasquale Vescio, AD di Pastificio Piano Luppino “I nostri consumatori perlopiù turisti che soggiornano sulle nostre coste, desiderano portare a casa i prodotti di filiera 100% calabrese di manifattura artigianale, perchè amano gustare i sapori del territorio da portare nei propri paesi a testimoniare la presenza di prodotti locali di eccellenza

Mezze Maniche Piano Luppino #monograno varietà “Opera” 100% calabrese in fase post trabatto, il prodotto rimane statico su telai in legno pronto per l’essiccazione

Lavorare con questa tipologia di grani non è facile, afferma Pasquale Vescio: “I grani locali di nuovo recente raccolto, soffrono di carenza di umidità dovuta alle alte temperature del mese di raccolta. Riuscire a metterli in produzione richiede esperienza e capacità tecnica necessaria a raggiungere il giusto livello di umidità da dare all’impasto per renderlo lavorabile ed abbinarlo alle macchine che ne eseguono il processo di produzione

La lavorazione è molto lenta perchè il prodotto è povero di proteine e va tenuto in condizioni tali da non stressare i legami molecolari ed avere una griglia proteica lineare e ben distribuita per poter ottenere un prodotto comunque resistente in cottura e ricco di amido per consentire un equilibrio perfetto nel suo rilascio nell’acqua di cottura.

Pasta all’uscita del trabatto. Dopo questa procedura, la pasta perde circa il 2% di acqua dal proprio interno, mantenendo la sua forma e non incollandosi l’una all’altra.
La produzione del racconto 2019

dopo il successo della produzione anno 2019, quest’anno ci aspettiamo il #soldout nella prima settimana di commercializzazione del prodotto che avverrà direttamente on line sul nostro shopping www.pianoluppino.it